Come Operiamo: il nostro metodo

  • Preventivo: grazie ai sopralluoghi effettuati regolarmente presso le strutture che sottoscrivono il contratto Archivio Sicuro, i nostri risk manager analizzano la struttura, i beni contenuti e le diverse caratteristiche relative alla posizione, vicinanza di mari o fiumi, impianti fognari, caratteristiche del terreno e delle fondamenta, identificando le possibilità e le diverse tipologie di rischio. Contattando Prodoc in anticipo sarà possibile predisporre di un piano di emergenza specifico che, in caso di qualunque tipo di sinistro, indichi le priorità operative e la collocazione dei beni e materiali più preziosi in modo da indirizzare l’intervento delle squadre di soccorso.​
  • Bilanciato: il fermo di un Istituto di conservazione o di un’azienda può raggiungere valori economici elevati: ai danni subiti non devono aggiungersi ulteriori sprechi o perdite di tempo prezioso. Prodoc nella gestione dell’emergenza è attenta a valutare ogni azione e ogni scelta affinché sia sempre rispettato il miglior rapporto costi/benefici.
  • Integrato: Prodoc garantisce il suo massimo impegno affinché possa essere ripristinata il più presto possibile la situazione di normalità prima dell’emergenza. Consideriamo nostra responsabilità anche quella di garantire l’integrazione e l’unità degli sforzi tra tutti i livelli di intervento: il lavoro di Prodoc e quello delle strutture pubbliche, insieme a quello dei volontari ed operatori presenti sul posto, deve essere esattamente coordinato e convergere verso un unico scopo: mettere in salvo al più presto persone, beni e strutture.