L’IIPC archivia Sochi

In questi giorni le Olimpiadi di Sochi stanno appassionando tutto il mondo, anche tra problemi e contrattempi, a volte al limite del curioso, come dimostra l’hashtag #Sochiproblems su Twitter.

Forse però è poco noto che l’International Internet Preservation Consortium (IIPC) ha fatto partire un progetto dedicato all’archiviazione di tutto il materiale che in giro per il web documenta questi Giochi, quindi non solo notizie riguardo alle competizioni, ma anche ciò che è legato alla preparazione dell’evento e al suo svolgimento.

L’IIPC, che esiste dal 2003, è un’organizzazione dedicata al miglioramento degli strumenti, degli standard e delle best practice dell’archiviazione web, e promuove le collaborazioni internazionali e l’accesso pubblico agli archivi web, che fanno parte del nostro moderno patrimonio culturale. L’IIPC è formata al momento da 50 membri tra biblioteche, archivi, musei e altri enti culturali che rappresentano più di 25 paesi.

Questo progetto olimpico viene coordinato attraverso l’Access Working Group, già utilizzato per le Olimpiadi invernali di Vancouver 2010 e quelle estive di Londra 2012. I membri dell’IIPC contribuiscono con una loro lista di siti web suggeriti, chiamati “seeds”, da includere nella collezione: l’obiettivo è quello di includere più siti possibile, che provengano da diversi paesi del mondo, in diverse lingue e, soprattutto, da diversi punti di vista. Per esempio, la Library of Congress statunitense ha già raccomandato 131 siti, se si considera che ogni squadra ha le sue pagine web, che comprendono il sito ufficiale e i vari canali sui social networks.

La raccolta viene effettuata attraverso dei software che raccolgono codice, immagini e altri file essenziali per la riproduzione fedele del sito web al momento della raccolta. Il crawling, iniziato a dicembre 2013 e grazie al quale si sono raggiunti i 745 seeds, è fondamentale per il progetto, non solo per questioni tecniche, ma anche legali e politiche.

Durante l’anno, l’IIPC lavorerà per dare ampio accesso ai suoi archivi Olimpici.

Ogni evento degli ultimi anni è rintracciabile su internet, ma il web cambia di continuo e dimentica facilmente, ecco perchè archiviare siti creati per eventi speciali e specifici come le Olimpiadi è un’operazione importante, che fornirà agli studiosi una base per future ricerche.

Fonte delle immagini: IIPC

L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *